Precipita funivia Stresa-Mottarone, 13 morti e due bambini gravi. Mattarella: "Profondo dolore"

Condividere

Il tragico incidente - ha aggiunto - "suscita profondo dolore per le vittime e grande apprensione per quanti stanno lottando in queste ore per la vita". Una tragedia che ha procurato un alto numero di vittime.

Il più piccolo è cosciente, ma presenta traumi al cranio, al torace, all'addome e fratture alle gambe. "Un veicolo dei pompieri che si stava arrampicando verso il sito si è anche rovesciato, senza che ci fossero feriti", ha scritto 'Le Figaro'.

Un bambino forte e coraggioso che non sa ancora nulla di tutto quello che è accaduto ai suoi genitori. Una fune avrebbe ceduto prima dell'ultimo pilone provocando la caduta della cabina precipitata nel vuoto. Il secondo bambino rimasto ferito nell'incidente della Funivia di Stresa, di circa 9 anni, è stato rianimato e sottoposto a Tac. "Esprimo a nome del Consiglio regionale del Piemonte - aggiunge il consigliere Stefano Allasia - il cordoglio per l'immane tragedia avvenuta lungo la linea della funivia Stresa-Alpino Mottarone che ci lascia tutti senza parole". Il più grave dei due bambini ricoverati in rianimazione all'ospedale Santa Margherita è infatti morto nel pomeriggio nonostante il disperato tentativo dei sanitari di salvargli la vita. Lo ha comunicato in serata il Ministero: il Capo del Dipartimento per i trasporti e la navigazione del Mims, Mauro Bonaretti, ha firmato il decreto istitutivo della Commissione di esperti, presieduta dal professor Gabriele Malavasi, che dovrà redigere una relazione dettagliata da presentare al Ministro sulle cause tecniche che hanno provocato l'incidente. L'incidente è avvenuto poco prima delle 12 e l'impatto è stato devastante tanto che alcuni corpi sarebbero stati sbalzati e trovati ad alcuni metri di distanza dal cavo tranciato.

Читайте также: Covid, vaccinazioni: disponibili i dati online della Regione Campania

"Ho appreso con profondo dolore la notizia del tragico incidente della funivia Stresa - Mottarone". Ad affermarlo in una nota il coordinatore regionale degli Azzurri in Piemonte Paolo Zangrillo, i vicecoordinatori regionali Roberto Pella, Roberto Rosso e Diego Sozzani, la commissaria azzurra e parlamentare del Vco Mirella Cristina e tutti i parlamentari piemontesi. Cermis a parte, negli ultimi 20 anni, almeno in Italia, funivie o funicolari hanno registrato incidenti, per fortuna senza vittime. Più prosaicamente, il virologo dell'Epfl Didier Trono ipotizza che gli abitanti di Moutier, "che tanto si erano vantati del loro 'miracolo'", abbiano iniziato a "credere di vivere in un miracolo permanente".

La funivia del Mottarone era stata riaperta il 24 aprile dopo il periodo di chiusura dovuta alle restrizioni Covid. Le ipotesi di reato su cui si lavora sono omicidio colposo plurimo e lesioni colpose.

При любом использовании материалов сайта и дочерних проектов, гиперссылка на обязательна.
«» 2007 - 2021 Copyright.
Автоматизированное извлечение информации сайта запрещено.

Код для вставки в блог

Condividere