Funivia del Mottarone, arrestati 3 responsabili per omicidio colposo plurimo

Condividere

Una volta terminati i controlli, dovrebbe essere tolto così che in caso di blocco per qualsiasi motivo la ganascia si possa serrare sul cavo portante e fermare il veicolo così che non precipiti, come successo domenica quando la cabina, una volta che la fune traente si è spezzata, è scivolata a gran velocità a valle schiantandosi sull'ultimo pilone e cadendo a terra. Generalmente si trovano nelle stazioni di arrivo e partenza, dice ancora l'esperto, e vengono messi manualmente, non sono pezzi "organici" delle cabine. "E cioè non era stato rimosso o meglio era stato apposto il 'forchettone' che tiene distante le ganasce dei freni che avrebbe dovuto bloccare il cavo in caso di rottura".

Di fronte ai problemi riscontrati, infatti, si sarebbe deciso di continuare a mantenere in funzione la Stresa-Mottarone nonostante, spiega ancora Olimpia Bossi, gli interventi effettuati non fossero stati "risolutivi".

Freno d'emergenza non operativo Incidente funivia Stresa-Alpino-Mottarone, di chi è la colpa? Altro punto che non ha ancora risposta è perché la fune trainante si sia rotta. E non solo perché, con l'intervento dei tecnici, sarà necessario confermare quanto emerso dai primi accertamenti. Secondo il procuratore capo Olimpia Bossi di Verbania il sistema di emergenza dei freni era stato manomesso con la presenza di un forchettone, era stato messo lì per evitare blocchi della funivia.

A carico dei tre fermati ci sono gravi indizi di colpevolezza.

Vigili del fuoco davanti alla cabina della funivia del Mottarone precipitata domenica 23 maggio 2021.

Sondaggi: Quorum/Youtrend; per 50,6% bene primi 100 giorni Draghi
Il Margine d'errore è del +/- 3,5% con un intervallo di confidenza del 95%. Il sondaggio ha infine rilevato anche le intenzioni di voto .

Funivia cade nel vuoto a Stresa, 9 morti e 3 feriti
La manutenzione straordinaria aveva previsto, tra le altre cose, la sostituzione del motore e dei quadri elettrici. L'intervento risulta particolarmente impegnativo, in quanto la cabina è caduta in un tratto boscoso e impervio .

Green pass: le nuove regole su validità e durata
Va inoltre ricordato che il coprifuoco non si applica nelle regioni in zona bianca. Altra questione, quella economica: il green pass è gratuito, ma non il tampone .

Da testimoni a fermati. Tre persone sono state arrestate: si tratta di Luigi Nerini, amministratore della società Ferrovie del Mottarone che gestisce la funivia, Gabriele Tadini, direttore del servizio ed Enrico Perocchio, caposervizio. Un confronto di oltre dodici ore con dipendenti e tecnici dell'impianto convocati nella caserma dell'Arma, a Stresa, dal pomeriggio di ieri.

Omicidio colposo plurimo, disastro colposo e rimozione degli strumenti atti a prevenire gli infortuni aggravato dal disastro e lesioni gravissime.

Il numero degli indagati sembra destinato a crescere a breve. Il procuratore, poi, ha aggiunto che la funivia si è fermata anche sabato, 24 ore prima del disastro: "Posso pensare che l'episodio si inquadri in questa vicenda, ma per ora è difficile dirlo". Lo afferma il comandante provinciale dei carabinieri di Verbania, tenente colonnello Alberto Cicognani. "Per evitare ulteriori interruzioni del servizio, hanno scelto di lasciare la 'forchetta', che impedisce al freno d'emergenza di entrare in funzione". Sì, lo hanno ammesso - spiega -.

Due foto prese dalle immagini dell'incidente mostrano con certezza che uno dei due forchettoni rossi di blocco del freno d'emergenza è inserito.

Condividere