Bar e ristoranti, ora ritrovano l’interno "Soddisfatti a metà"

Condividere

Non è necessario motivare gli spostamenti in Zona Gialla dalle ore 5 alle 23, mentre se ci si muove durante il coprifuoco, si deve dimostrare che lo spostamento rientra tra quelli consentiti. È stata bocciata anche la proposta di far indossare la mascherina ai clienti seduti che non stanno consumando cibo o bevande, rimarrà invece l'obbligo di indossare la mascherina ogni qualvolta ci si dovrà alzare dal proprio posto. Al termine di ogni servizio al tavolo, assicurare pulizia e disinfezione delle superfici.

Porte aperte negli stabilimenti termali e nei centri benessere.

Negli esercizi che somministrano pasti, raccomandare l'accesso tramite prenotazione e mantenere l'elenco dei soggetti che hanno prenotato per un periodo di 14 giorni. Tutte queste regole valgono anche per i bar. Si deve assicurare il mantenimento della distanza interpersonale di almeno 1 metro tra i clienti (estendibile ad almeno 2 metri in base allo scenario epidemiologico di rischio). La regola vale anche per le feste per i più piccoli. Prossimo appuntamento il 7 giugno, con il coprifuoco alle 24 mentre è già stata disposta la sua cancellazione totale nelle zone bianche. Infine, dal 21 giugno, il divieto sarà definitivamente eliminato. Queste regioni potranno così anticipare le riaperture di un giorno.

Sardegna verso la zona bianca, via il coprifuoco: le nuove regole
Per essere promossi servono tre monitoraggi consecutivi che attestino meno di 50 casi settimanali ogni 100mila abitanti. Credo che se si ridurrà ulteriormente l'incidenza in tempi brevi potremo riuscire ad avere la zona bianca.

Ecco la zona bianca rafforzata, con coprifuoco alle 24
A meno di sorprese, dalla settimana del 31 maggio entreranno in fascia bianca tre regioni: Molise, Friuli Venezia Giulia e Sardegna.

Pfizer e AstraZeneca, vaccini molto efficaci contro la variante indiana
Le prenotazioni per la vaccinazione anti-Covid19, prima dose con vaccino PFIZER e MODERNA sono revocate per mancanza di vaccini . Lo afferma uno studio del Carlos III Health Institute spagnolo, condotto su 672 persone in cinque ospedali iberici.

La ripartenza non avrà limite d'orario, così come previsto nel decreto precedente: bar, pub e ristoranti che riapriranno martedì dovranno chiudere solo per il coprifuoco notturno (che resta in vigore dalle 23 in zona gialla).

Via libera alle nuotate nelle piscine al coperto, ai parchi tematici che non dovranno più attendere il 15 giugno, e anche alle discoteche: si potrà ascoltare musica, bere, mangiare, ma non ballare.

In zona gialla posso organizzare da domani feste a casa per compleanni o altro? Per attestare l'avvenuta vaccinazione, almeno con prima dose, la guarigione dal virus o un tampone negativo, per ora è possibile presentare la documentazione che attesta l'inoculazione della prima o anche della seconda dose del vaccino, il risultato negativo di un tampone o il referto di guarigione dall'infezione. Al tavolo si può stare massimo in quattro persone, fatta eccezione per i famigliari conviventi. Mascherina Anche in zona bianca resta l'obbligo di usare la mascherina, all'aperto quando non si può mantenere la distanza e al chiuso nei luoghi pubblici.

Condividere