Da lunedì 7 giugno in zona gialla coprifuoco a mezzanotte

Condividere

Mentre al chiuso il numero massimo è fissato a 6. In tutto Paese è partito il countdown sulle riaperture. Si tratta di Abruzzo, Liguria, Veneto e Umbria. Lo sono già da una settimana Sardegna, Molise e Friuli Venezia Giulia. La Lombardia, dal 14 giugno, diventerà "bianca" e allora decadrà la restrizione. In tutta Itaia i malati di Covid sono al momento 192mila. I nuovi contagi sono stati 2.557, con un tasso di positività all'1,1% e solo 200mila persone attualmente positive in Italia. Per loro il giorno della zona bianca (e dell'addio al coprifuoco) è il 14 giugno.

Livello minimo di restrizioni Da lunedì 7 giugno un italiano su cinque (20%) per un totale di 11,6 milioni di persone si troveranno in zona bianca con il livello minimo di restrizioni.

Manca un ultimo monitoraggio invece, quello di venerdì prossimo, ad altre sei regioni, con numeri da bianco già da due settimane: Lazio, Lombardia, Piemonte, Puglia, Emilia Romagna e Provincia di Trento. In zona gialla resta il limite di 4 persone per tavolo, sia al chiuso che all'aperto.

Covid, i nuovi contagi in Toscana
Nel frattempo, la Regione Toscana sta predisponendo una nuova modalità di prenotazione "last minute" sulle prime dosi . Eseguiti 11.014 tamponi molecolari e 5.820 tamponi antigenici rapidi, di questi il 2,3% è risultato positivo.

Funivia cade nel vuoto a Stresa, 9 morti e 3 feriti
La manutenzione straordinaria aveva previsto, tra le altre cose, la sostituzione del motore e dei quadri elettrici. L'intervento risulta particolarmente impegnativo, in quanto la cabina è caduta in un tratto boscoso e impervio .

Messina, il libro di Giorgia Meloni a scuola diventa un caso
Saputa della circolare , diramata ieri, la protesta monta in queste ore tra studenti e genitori. Ma anche lei sembra essere caduta dalle nuvole: "È una vicenda assurda, non ne so nulla".

"Le cose stanno andando bene e non dobbiamo continuare a preoccuparci di varianti", spiega il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, ma è necessario continuare a rispettare le regole e "tutti quanti dobbiamo sapere che il mese di luglio sarà la svolta completa e assoluta: avremo superato la metà della popolazione con almeno una dose di vaccino" e per settembre-ottobre si prevede di raggiungere una "protezione di comunità". Occorre aprire le discoteche per poter ballare.

Sempre per le regioni che ancora saranno in zona gialla lunedì 21 giugno, verrà definitivamente abolito il coprifuoco ormai in vigore da ottobre dello scorso anno.

Condividere