Covid, il bollettino del 7 giugno: 160 casi, sei vittime

Condividere

Rispetto a quanto comunicato nei giorni scorsi, sono stati eliminati 2 casi, di cui 1 positivo a test antigenico ma non confermato dal tampone molecolare e 1 caso risultato non Covid-19. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è dello 0,5%. Di questi, 156 sono confermati con tampone molecolare e 4 da test rapido antigenico. Si registrano 6 nuovi decessi: 4 uomini e 2 donne con un'età media di 75,7 anni.

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 3 a Piacenza (+1), 5 a Parma (numero invariato rispetto a ieri), 8 a Reggio Emilia (-2), 14 a Modena (invariato), 27 a Bologna (+1), 2 a Imola (-1), 2 a Ferrara (-1), 1 a Ravenna (invariato), nessuno a Forlì (come ieri), 2 a Cesena (invariato) e 6 a Rimini (invariato). Il bilancio totale è drammatico: da febbraio dello scorso anno i decessi ufficiali per Covid in Lombardia sono arrivati a 33.675.

L'età media dei 160 nuovi positivi odierni è di 39 anni circa (19% ha meno di 20 anni, 30% tra 20 e 39 anni, 37% tra 40 e 59 anni, 11% tra 60 e 79 anni, 3% ha 80 anni o più). Nei reparti di degenza sono ospitati 799 pazienti, 34 in meno rispetto a ieri quando erano 833.

Covid, quanto valgono i vaccini per il Pil globale?
Un peccato, per chi non ha voluto approfittare di questa occasione o forse non sapeva di poterlo fare. Dalle ore 14.00 di ieri, inoltre, sono aperte le prenotazioni per le classi di età dal 1982 al 1986.

Assegno unico per i figli da luglio: il decreto in CdM
Le modalità precise per presentare la domanda per l'assegno unico per i figli saranno comunicate entro la fine del mese di giugno. Gli importi spettanti a ciascun nucleo famigliare vengono stabiliti in base a una tabella allegata al decreto .

Sondaggi: Quorum/Youtrend; per 50,6% bene primi 100 giorni Draghi
Il Margine d'errore è del +/- 3,5% con un intervallo di confidenza del 95%. Il sondaggio ha infine rilevato anche le intenzioni di voto .

I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 10.959 (-2 rispetto a ieri).

La situazione epidemiologica dell'Italia continua a rimanere sotto controllo, anche se per la prima volta dal 28 maggio sono aumentati i morti: sono più di 100, ma l'aumento rispetto ai 65 di ieri è da ricondurre al fatto che dopo il fine settimana arrivino dati più completi e non necessariamente riferibili alle ultime 24 ore.

Le persone ricoverate nei posti letto dedicati oggi sono complessivamente 386 (2 in più rispetto a ieri, più 0,5%), 88 in terapia intensiva (5 in meno rispetto a ieri, meno 5,4%).

Condividere