Spari vicino a Roma, morti un uomo e due bambini

Condividere

Sul posto un negoziatore e squadre specializzate dei carabinieri.

Colpi d'arma da fuoco in strada ad Ardea, vicino a Roma.

Numerose le chiamate al 112, che hanno portato le Forze dell'Ordine ad intervenire tempestivamente. "Gli operatori intervenuti sul posto hanno impiegato tutti gli sforzi possibili per salvare le vittime con ripetuti tentativi di rianimazione, ma la situazione è apparsa fin da subito compromessa". E' successo in via degli Astri, nel consorzio Colle Romito ad Ardea, al confine con il comune di Anzio. Ha tenuto per mano i bambini, fra le lacrime, mentre i soccorritori si prodigavano per salvarli. L'uomo che ha sparato si sarebbe barricato in casa.

Il presidente del consorzio, Romano Catino, ha così commentato l'episodio ai microfoni di Ansa. Come abbiamo detto, non è ancora certo se la morte del killer sia stata causata da un suicidio o uno scontro con gli agenti. "Basti pensare che una persona della nostra vigilanza interna ha il compito di tenere d'occhio quella villetta".

AstraZeneca ai giovani? "In Lombardia non si fa"
I cittadini più giovani dunque riceveranno esclusivamente i vaccini a mRna, ossia il candidato di Pfizer o Moderna. Francesco Paolo Figliuolo , il Coordinatore del Cts, Prof.

Da lunedì 7 giugno in zona gialla coprifuoco a mezzanotte
I nuovi contagi sono stati 2.557, con un tasso di positività all'1,1% e solo 200mila persone attualmente positive in Italia. Per loro il giorno della zona bianca (e dell'addio al coprifuoco ) è il 14 giugno.

Libero Giovanni Brusca: attivò l'esplosione della strage di Capaci
Roma, 1 giu - Giovanni Brusca , uno dei boss più sanguinari della mafia è un uomo libero: lascia il carcere dopo 25 anni . Sono solo i due casi più di alto profilo cui è collegato Giovanni Brusca , condannato per oltre un centinaio di omicidi.

La sparatoria di Ardea ha avuto anche un esito tragico.

E' stato trovato morto dai carabinieri che sono entrati nell'abitazione dove si era barricato l'uomo che a Ardea ha ucciso due bambini e un anziano.

Il motivo della sparatoria è ancora sconosciuto: l'uomo, dopo aver aperto il fuoco, si è allontanato fino a quando gli investigatori e le Forze dell'Ordine non lo hanno riconosciuto.

In zona è subito iniziata una vasta operazione di ricerca per trovare il responsabile, che è stato localizzato nel proprio appartamento, dove è tuttora barricato. Si attende l'arrivo del Gis (Gruppo intervento speciale). Dopo l'anziano, ha spiegato l'assessore alla Salute della Regione Lazio, Alessio D'Amato, "il primo a non farcela e' stato il piu' piccolo, poi purtroppo e' mancato anche il secondo". Tutte le persone coinvolte sono residenti del consorzio, compresa la persona che ha sparato. Ho fornito tutte le indicazioni necessarie ai carabinieri, spero che venga preso al più presto. "Si pensa che il tutto sia accaduto per futili motivi".

Condividere