Zona bianca da oggi: le regole e le regioni coinvolte

Condividere

Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia, ha firmato nella serata di venerdì 11 giugno una nuova ordinanza che andrà in vigore a partire dal 14 Giugno.

Da oggi 40,5 milioni di italiani saranno in zona bianca, di fatto due cittadini su tre vivranno in regioni dove le restrizioni sono ridotte al minimo: smettono infatti di applicarsi le misure che regolano tutte le attività nelle altre zone, compreso il coprifuoco che nel resto d'Italia sparirà il 21 giugno. Dal coprifuoco alle mascherine, cosa succede per queste regioni. Verso le zone rosse o arancioni, sono sempre consentiti gli spostamenti per motivi di lavoro, salute o situazioni di necessità. Oppure, anche per altri motivi, se in possesso di una certificazione verde Covid-19, che dimostri l'avvenuta vaccinazione contro l'infezione, il risultato negativo a un tampone effettuate nelle precedenti 48 ore, oppure un documento che dimostri di essere guariti. Nessun tetto massimo per il numero di commensali se i tavoli sono all'aperto.

La consegna a domicilio è sempre consentita senza restrizioni di orario, ma deve comunque avvenire nel rispetto delle norme igienico sanitarie sia per l'attività di confezionamento che di trasporto. È fissato invece a sei, anche non conviventi, quello per i locali all'interno.

Per il momento restano chiuse le discoteche anche in zona bianca. Tra le ipotesi del governo c'è quella di una riapertura a luglio con il green pass.

Guerra in Bosnia: Ratko Mladic condannato all’ergastolo per genocidio
Le restrizioni legate alla pandemia di coronavirus hanno limitato il loro afflusso all'Aja. La sentenza è definitiva, senza ulteriori possibilità di ricorsi.

Vaccini per tutti dal 10 giugno: addio alle fasce d’età
Per questo si è deciso di attendere ancora un paio di settimane, richiamando tutti a rispettare la priorità degli over 60. Un'operazione messa in campo anche come prospettiva per il futuro, continuando ad investire nella medicina territoriale.

Sardegna verso la zona bianca, via il coprifuoco: le nuove regole
Per essere promossi servono tre monitoraggi consecutivi che attestino meno di 50 casi settimanali ogni 100mila abitanti. Credo che se si ridurrà ulteriormente l'incidenza in tempi brevi potremo riuscire ad avere la zona bianca.

Matrimoni. Il buffet è consentito solo se a somministrarlo è il personale.

Dal 14 giugno sono consentite le attività di piscine e centri natatori anche al chiuso. La mascherina all'aperto sarà utile metterla ancora, perché la zona bianca moltiplicherà le occasioni di incontro durante la giornata. Aperti cinema, teatri, centri sociali e culturali, con obbligo di distanziamento interpersonale. Raccomando anche in zona bianca di continuare a osservare le regole, prime fra tutte indossare la mascherina ed evitare il più possibile gli assembramenti.

Non sono obbligati ad indossare la mascherina i bambini al di sotto dei 6 anni, o i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l'uso della mascherina e le persone che devono comunicare con loro.

Condividere